Centro Di Consulenza Sulla Relazione Scuola Di Counseling Sistemico Pluralista Corso Di Mediazione Familiare

Tesi finale di: Nives Bettini

Relatore: Dott.ssa Anna Consiglio

Anno di discussione tesi: novembre 2019

L’autrice di questa tesi illustra come, seguendo il Modello Sistemico Pluralista e modalità di counseling, si possa sostenere, supportare il ruolo genitoriale, specie nelle situazioni di fragilità familiare, come nel caso di patologie, disabilità, conflittualità e difficoltà educative e relazionali.

L’approccio scelto dall’autrice, cerca di adattare le diverse teorie sistemiche e le svariate tecniche orientandosi ai contesti, ai clienti e alla figura del counselor stesso; il sistema è definito come un tutto integrato composto da parti in interazione, in cui le proprietà essenziali di ciascuna parte derivano dalle relazioni con le altre. L’obiettivo, in questa ottica, è di costruire cambiamenti desiderati in situazioni conflittuali e di disagio che, nel caso della genitorialità, si traducono nel supporto dei genitori nelle fasi evolutive, di accompagnare le coppie nei momenti di transizione, la nascita di un nuovo figlio o la separazione. Gli obiettivi perseguiti dall’autrice nella pratica del suo tirocinio, in linea con le considerazioni dell’approccio teorico, sono stati quelli di valorizzare la dimensione genitoriale, incentivare la costruzione di legami di fiducia, accompagnare i processi evolutivi e comunicativi, favorire l’identificazione e la consapevolezza di un proprio stile educativo, sostenere i genitori nelle diverse fasi evolutive e di crisi. Inoltre, a seconda della situazione contingente, sono state utilizzate le diverse tecniche del counseling: ascolto attivo, joining, riformulazione, reframing, focusing, conversazione circolare, l’ipotizzazione, co-costruzione di storie, ma anche l’utilizzo del sé, la compartecipazione emotiva, la co-costruzione responsabile.

Sono state utilizzate anche tecniche espressive non verbali. L’autrice sottolinea come, al termine del percorso di formazione e di tirocinio, ha migliorato la conoscenza delle proprie emozioni e la propria capacità di co-costruire una relazione con il cliente che vada verso l’evoluzione dell’impasse.